QUALI FIORI SCEGLIERE PER IL MATRIMONIO?

Rose, peonie, ortensie, orchidee oppure margherite, camomilla, papaveri e fiori di campo?

L’universo dei fiori è davvero vasto e ne esistono di tantissimi colori, forme e sfumature.

Il più delle volte gli sposi non conoscono più di 2 o 3 varietà e, quando è il momento di scegliere l’addobbo, si trovano in grande difficoltà.

Ma allora come si può scegliere i fiori per il matrimonio?



Ci sono alcune coppie di sposi che hanno le idee ben chiare,

altre invece che ne hanno solo di vaghe.


Per chi ha le idee chiare, è necessario verificare se il fiore preferito è disponibile nel periodo in cui si svolgerà il matrimonio.

Altro fattore è capire se il budget destinato agli allestimenti floreali è congruo con la tipologia di fiore scelto.

Ci sono poi i fiori fuori stagione ma reperibili, attenzione al costo elevato ed, in alcuni casi, anche ad una qualità inferiore. Chiedete consiglio al professionista incaricato.

Per esempio le rose ci sono tutto l’anno, hanno più o meno sempre lo stesso prezzo, ad eccezione di quelle rosse che aumentano a san valentino, nel periodo natalizio e in prossimità della festa della mamma (seconda domenica di maggio).

Le peonie hanno la loro massima fioritura in maggio e giugno, troviamo delle primizie ad aprile e possiamo trovarne ancora a luglio (ma qui il prezzo tende ad aumentare di già).

Questi sono solo due esempi, ma la regola vale per tutti i fiori.


E per chi non ha ancora le idee chiare? Come fare allora a scegliere i fiori per il matrimonio?


Vi spiego come aiuto le coppie di sposi che si rivolgono a me per il preventivo.


E' bene sapere dove si svolgerà

la cerimonia ed il ricevimento.

La location può influenzare molto la scelta dei fiori

e la tipologia di composizioni.


In una cattedrale imponente saranno fuori luogo delle piccole cassette di legno con fiori di campo, al contrario in un agriturismo in aperta campagna sono poco indicati centrotavola ricchi di fiori con vasi di vetro e candele. Più idonei fiori di diverse dimensioni e dall’aspetto più spontaneo.


Ottenute queste informazioni, la seconda fondamentale domanda è:


la sposa ha già acquistato il suo abito?


Vi chiederete cosa c’entra. Questa informazione è molto importante perché se nell’abito è presente un colore si deve porre attenzione ad utilizzare fiori che non stonino, secondo motivo è perché in base alla tipologia di abito si possono delineare le linee delle composizioni.

Se l’abito è principesco, avremo composizioni romantiche e morbide dai colori tenui o in total white, con l’aggiunta di candele.

Se l’abito è più di carattere, anche le strutture e i complementi utilizzati per gli allestimenti saranno ricercati senza mai perdere di vista l’eleganza che un matrimonio richiede.

Ovviamente le domande sull’abito vengono fatte in assenza dello sposo… lui avrà la sorpresa quel giorno.

Stessa cosa se lo sposo ha già scelto il suo abito o se sa che sicuramente porterà un dettaglio di rilievo (un papillon ricercato, bastone e cilindro, l’orologio da taschino o altro ancora…) e se l’abito stesso ha un colore particolare.

Faccio una puntualizzazione: chiedo di visionare la foto dell’abito (e seguo dal vivo una prova) solo alla conferma del preventivo. Questo per dimostrare alle future spose che non ho interesse di curiosare il loro abito e che le mie domande sono mirate per poter studiare e realizzare un allestimento floreale personalizzato e su misura.


Terza e ultima domanda:


In che periodo si celebra il matrimonio?

Volete seguire la stagionalità della natura o no?


L’esempio più lampante è il matrimonio autunnale con i suoi infiniti colori.



Dopo aver preso conoscenza delle location e di eventuali dettagli degli abiti, inizia il percorso per la scelta dei fiori e degli allestimenti.


Quindi mettetevi comodi, eliminate rumori fastidiosi e state in silenzio.

Se avete una canzone del cuore, mettetela in sottofondo.

Chiudete gli occhi e concentratevi su quel giorno: il vostro matrimonio.


Voi, splendi e sorridenti, che vi vedete per la prima volta in abito e camminate verso il

cerimoniere.

Che sensazioni provate? Riuscite a vedere e immaginare dei colori? Vedete se ci sono candele, lanterne o solo fiori?

Tutto quello che vi suggerisce la mente è ciò che vi piacerebbe avere quel giorno.

A questo punto aprite gli occhi e iniziate a raccontare o a scrivere ciò che vi ricordate.






Date una risposta alle domande che vi sto per fare, aiuteranno voi nella scelta e anche chi sarà incaricato di realizzare il vostro allestimento floreale.

  • Avete qualche fiore che amate particolarmente? A cui siete legati?

  • C’è invece qualche fiore (o tipologia di verde) che non volete assolutamente vedere il giorno del vostro matrimonio?

  • Preferite un matrimonio in total white o con inserimento di uno o più colori?

  • Amate particolarmente un colore?

  • Amate le candele? Vi piacerebbe se fossero inserite nelle composizioni?

  • E le lanterne? Che ne pensate?

  • Se vi sposate in autunno, volete un matrimonio con i colori della natura nei fiori e nelle foglie?

  • Se vi sposate in estate piena, siete sicuri di voler scegliere anche le candele? L’effetto della fiamma accesa può aumentare la sensazione di caldo.

  • Avete un leit motiv, un elemento conduttore, che vi lega o che avete scelto? Può essere un nastro, un materiale, un oggetto, un tema…

  • Siete innamorati di uno stile particolare? Boho-chic, Shabby, Country, Elegante, Moderno, Fiabesco???

  • Avete qualche idea di composizioni viste che vi piacciono particolarmente per stile o fiori?

  • Vi siete fatti un’idea su un ipotetico budget da mettere a disposizione per la spesa degli allestimenti floreali?

Una volta risposto a queste domande, avrete già le idee più chiare

su come potrebbe essere il vostro matrimonio e, sicuramente,

anche il vostro floral designer partirà con una base per le proposte.



So che molte spose sono abili ricercatrici di GOOGLE IMMAGINI!!!

VA BENISSIMO!!!!

Voi non fate le fioriste ed è normale che cerchiate informazioni sul web e che vi vogliate fare un’idea.

Quando arrivano le mie “spose google” (io le chiamo simpaticamente così), parto dalla loro idea a sviluppare il progetto apportando eventuali modifiche in base alle location scelte o ad altri dettagli.

Confrontandosi si capisce anche verso quale importo di spesa si arriva e si valuta se sia fattibile o sia il caso di modificare la traiettoria.

E per le spose che non passano tempo su google o sui siti specializzati?


Nel mio studio è presente un book di lavori

già eseguiti da cui prendere spunto.

Chiedete sempre di mostrarVi dei lavori eseguiti,

vi aiuteranno a capire se il professionista

rispecchia le vostre aspettative

e se incontra i vostri gusti.


Potete dare un’occhiata ad alcuni dei miei lavori per le cerimonie, cliccando qui


Vedendo le diverse foto si definiscono ulteriormente i gusti e si scoprono sfumature e contrasti di fiori e colori ai quali non si pensava e che magari piacciono particolarmente.


A questo punto iniziate a raggruppare le idee, saprete quali cose vi piacciono e quali no.

E’ in questo momento che inizio (e cosi anche gli altri professionisti) a dare delle idee personalizzate agli sposi.

Passo dopo passo prenderà forma il vostro allestimento e sarete stati voi a scegliere, anche inconsapevolmente.


I fiori contribuiscono a creare la cornice

di emozioni per quel giorno, il vostro giorno.

Sono uno degli elementi che rende indimenticabile il matrimonio,

nel bene e nel male.



Non ho nulla in contrario su chi ha già pacchetti pronti, ma per uno degli eventi più importanti della mia vita io preferisco scegliere chi mi dedica attenzione e sente le mie esigenze, anche di prezzo.


Ecco alcuni consigli che ritengo utili:

  • Scegliete fiori che vi piacciono, che vi danno emozioni o che conservano dei ricordi. Non scegliete fiori che piacciono alle amiche o a mamme e suocere. Il matrimonio è il vostro!

  • Non lasciatevi influenzare dal significato dei fiori, sceglieteli perché vi piacciono. Se amate le rose gialle, ignorate chi vi dirà che sono sinonimo di gelosia.

  • Rivolgetevi ad un professionista da 9 a 5 mesi prima del matrimonio per il progetto definitivo. Iniziare troppo presto potrebbe farvi fare scelte sbagliate come ad esempio un colore rispetto ad un altro.

  • Se conoscete bene il fiorista e saprete che sarà lui sicuramente a farvi l’allestimento, avvisatelo di tenersi libero da subito per la vostra data… anche un anno prima.

  • State attenti ai fiori fuori stagione, non sempre sono bellissimi e a volte costosi. Magari li potete utilizzare nel bouquet e non in tutto l’allestimento.

  • Meglio poche composizioni ben fatte che tante e senza gusto.

  • Scegliete ciò che vi rispecchia e ascoltate i consigli del professionista. Non fate perché “la mia amica ha fatto così”.


I fiori saranno la cornice ideale del vostro giorno,

doneranno emozioni a voi e ai vostri invitati.

Sceglieteli con cura!

31 visualizzazioni
0

Claudio Zani |studio |lab |store - Via Mazzini 10 - Manerbio (BS)

Tel. +39 0305237719  Mob. +39 3282205668

twitter2-dreamstale72.jpg
pinterest-4-512.jpg
instagram-4-512 grigio.jpg
facebook-like-4-512.jpg
facebook_icon grigio.jpg